Centro Aperto Polivalente Per Minori

Intervento finanziato dal Comune di Bari con fondi di cui alla Legge n. 285/97
Servizio connesso al servizio del Centro di Ascolto per le Famiglie


Il Servizio

I Centri Aperti Polivalenti per minori (CAP) dei quartieri San Paolo – Stanic (gestiti dal 1999), Japigia - Torre a Mare (dal 2003), mirano a promuovere i diritti dell’infanzia, dell’adolescenza e della gioventù e a migliorare i rapporti familiari. I centri sono strutture aperte alla partecipazione anche non continuativa di minori e di giovani del territorio ed operano in stretto collegamento con i servizi d’ambito e con le istituzioni scolastiche, attraverso la progettazione e la realizzazione di interventi di socializzazione ed educativo-ricreativi miranti a promuovere il benessere della comunità e contrastare fenomeni di marginalità e disagio minorile. (rif. Regolamento Regionale 18 gennaio 2007 n. 04 art  104; Regolamento Regionale 07/08/2008 n.19). Agiscono in stretto collegamento con i Servizi Sociali Comunali e Circoscrizionali del territorio, con il Consultorio Familiare, il Tribunale Ordinario e per il Tribunale per i Minori, i Servizi di Igiene Mentale, gli istituti scolastici, le Forze dell' Ordine, il Ministero di Giustizia Area minori e adulti, le parrocchie e le vicarie, le associazioni socio culturali, sportive e di volontariato e con molte altre istituzioni presenti sul territorio.
In taluni casi sono previsti servizi ed interventi in cooprogettazione tra il Centro e gli enti summenzionati che vengono regolarizzati attraverso formali reti di collaborazione e Protocolli di Intesa.
Il servizio attualmente è gestito attualmente dalla Fondazione Giovanni Paolo II Onlus (Ente capofila) in ATI con la Coop. Soc C.A.P.S. a.r.l. ONLUS, Coop. Soc  ITACA   a.r.l. ONLUS, Coop. Soc. CREA a.r.l. ONLUS.

Attività


Il progetto prevede un’articolazione degli interventi per aree:

  • Consulenze psicologiche e pedagogiche per minori (fissi ed itineranti presso le scuole);
  • Sportelli itineranti di ascolto e mediazione Scuola–Minori-Famiglia;
  • Orientamento Scolastico e lavorativo per minori, anche stranieri (in lingua inglese, francese, afghana, portoghese e araba);
  • Sostegno didattico e Tutoring minori;
  • Spazio ricreativo, sportivo, alfabetizzazione informatica e laboratori audio visivi;
  • Laboratori di Formazione e Prevenzione per adolescenti;
  • Percorsi di educazione alla legalità per minori con precedenti penali; 
  • Accompagnamento minori in messa alla prova in collaborazione con Il Ministero di Giustizia;                        
  • Percorsi sull’autonomia per minori diversamente abili;


Inoltre, in collaborazione con il Centro di Ascolto per le Famiglie, sono attivi:

  • Sportello di Accoglienza, segretariato sociale e orientamento;Consulenza individuale sociale, pedagogica e psicologica sulla genitorialità e sulla maternità;
  • Scuola Genitori e Progetto Babele
  • Spazi Neutri e mediazione Familiare


Servizi aggiuntivi              
Oltre alle attività sopra indicate, possono essere sviluppati interventi progettuali in base ai bisogni e alle esigenze espressi dagli utenti e dal territorio, attraverso azioni promosse in autogestione da parte dell’utenza stessa con la supervisone degli operatori, nonché azioni in coprogettazione con i servizi e gli enti territoriali e non.
 
Sono inoltre in fase di sperimentazione le seguenti azioni innovative:

  • Interventi socio educativi e di accompagnamento ai minori ROM in collaborazione con i Servizi Socio Educativi Territoriali,  il Tribunale per i minorenni, le Comunità di Accoglienza;
  • Scuola per minori stranieri di alfabetizzazione e sostegno all’inserimento socio culturale;
  • Ascolti protetti Minori in collaborazione con le Forze dell’Ordine.


A chi è rivolto
I Centri accolgono minori e giovani per un numero non superiore a 50 unità contemporaneamente, in età compresa tra 6 anni e i 24 residenti sul quartiere di competenza.

In sinergia con i Centri di Ascolto per le Famiglie, i CAP si rivolgono a genitori, famiglie, minori e adulti, con particolare attenzione ad adulti e minori stranieri, a nuclei monoparentali, a nuclei con neonati prematuri o disabili, a nuclei con uno o entrambi i genitori minorenni, a nuclei con problemi di separazione e/o con patologie psicologiche.

In particolare, sono soggetti destinatari dei servizi erogati:

  • minori, anche stranieri, e/o con disagio e disabilità psico-fisiche;
  • minori sottoposti a procedimenti penali nell’ambito dell’Istituto Giuridico della messa alla prova


I Centri rivolgono i propri servizi in linea generale alla totalità dei cittadini presenti sul territorio di riferimento, al fine di promuovere percorsi di sostegno e integrazione sociale e socio culturale; inoltre è prevista l’accoglienza di minori non residenti nel territorio, per particolari situazioni familiari ed eventi specifici o qualora nel territorio di provenienza non vi siano servizi analoghi.

Modalità di accesso     
Gli utenti posso accedere ai servizi direttamente o su segnalazione dei Servizi Socio Educativi della Circoscrizione territoriale e Comunali o di altro ente pubblico e privato, attraverso la formalizzazione dell’ invio secondo modulistiche previste dalle procedure interne. 


Staff
Lo staff è costituito da consulenti  con una formazione specialistica sui temi delle responsabilità familiari; in particolare, le professionalità presenti sono:

  • coordinatore,
  • psicologi e psicologi-psicoterapeuti,
  • mediatori familiari e consulenti legali,
  • mediatori interculturali,
  • assistenti sociali,
  • educatori, animatori socio culturali ed esperti di laboratori,
  • esperti di orientamento lavorativo e scolastico,
  • counselor e consulenti educativi e sulla maternità,
  • referenti della logistica, ausiliari e amministrativi

 

All’equipe di operatori si affiancano gruppi di utenti, anche minori, che offrono volontariamente le loro competenze attraverso attività di autogestione e di supporto agli operatori in un clima di collaborazione e solidarietà, come previsto negli obiettivi del Centro

Ente attuatore: Fondazione Giovanni Paolo II Onlus (Capofila) in ATI con la Soc. Coop ITACA, la Soc. Coop CAPS Onlus, Soc. Coop. Crea Onlus.


Sedi del servizio e contatti:

SAN PAOLO - Via Marche 1 - 70123 BARI
Tel/Fax:  080.9758757
e-mail: caf@fgp2.it

JAPIGIA - Viale Archimede n.41 c/o V Circoscrizione  - piano terra - 70126 Bari
In fase di trasferimento alla sede Via Giustina Rocca ex asilo S. Luca
Tel/Fax:  080.5546246
e-mail: caf@fgp2.it

TORRE A MARE - Via Morelli e Silvati accanto Scuola dell' Infanzia “Elisabetta e Aquaro”
Tel/Fax:  080.5432251
e-mail: caf@fgp2.it

Orari
SAN PAOLO - STANIC
Dal lunedi al venerdì dalle 9.00 alle 12.00 (il venerdì servizio decentrato presso le scuole)
Lunedi,mercoledi,giovedì, venerdì dalle 15.30 alle 17.30
Il Martedì dalle 15.30 alle 19.30

Flessibilità e Aperture straordinarie 
Tutti i giorni dalle 8,00 alle 9,00 - dalle 12,00 alle 14,00 – dalle 18,00 alle 20,00 per riunioni di coordinamento interne e di rete, supervisione, consulenze su appuntamento. Il sabato e la domenica aperture per eventi e consulenze urgenti.

JAPIGIA
Dal lunedi al venerdì dalle 9.00 alle 12.00
Lunedi,martedì, mercoledi,giovedì, venerdì dalle 15.30 alle 17.30

 

TORRE A MARE

Dal mercoledì alla domenica dalle 16,00 alle 19,00- (sede decentrata Torre a Mare)

Flessibilità e Aperture straordinarie 
Tutti i giorni dalle 8,00 alle 9,00 - dalle 12,00 alle 14,00 – dalle 18,00 alle 20,00 per riunioni di coordinamento interne e di rete, supervisione, consulenze su appuntamento.
Diverse attività sono realizzate in maniera decentrata presso le scuole del territorio, le parrocchie, e altre eventuali agenzie educative del territorio.

Coordinatore del progetto: dott.ssa Francesca Bottalico

fondazionegiovannipaolo2.it e' un sito progettato da Community